Arcana Domine
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.
Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti

Frammento II

Andare in basso

Frammento II Empty Frammento II

Messaggio Da Picci il Dom Feb 28 2016, 14:16

Maniero di Custos Ari, XIX ottobre 1271

Per tutto il giorno il temporale ha imperversato sulle colline, flagellando i dolci vigneti e i lavoranti impegnati nella raccolta; solo adesso, scesa la sera, esso si è placato in una pioggerella fine. Si può affermare che oggi tanto l’esterno quanto l’interno dei domini di Lord Ulric è stato oggetto dell’inclemente corso degli eventi?
Già da giorni si respirava un’aria strana nella dimora Custos Ari: servitori intenti a riesumare ed oliare le vecchie armature, rattoppare mantelli in disuso, contrattare cavalli. Poi, improvvisa come uno squillo di tromba, oggi è giunta la convocazione nella Sala Maggiore, riservata alle cerimonie di commemorazione degli antenati; lì, circondata dagli antichi arazzi, dai pochi domestici e dallo scrosciare della pioggia, la famiglia Custos Ari ha riunito i suoi membri. È stato allora che ho compreso come il frutto di quella notizia settembrina fosse infine giunto alla sua segreta maturazione.
A pranzo, Lord Ulric, impugnando una pergamena sulla cui ceralacca era impresso il sigillo di Lord Hilof, ha annunciato il proprio apporto in qualità di vassallo e ha acconsentito all’invio del giovane Sir Osric e di un seguito di uomini d’arme alla missione attraverso il mare fino al nuovo mondo settentrionale, al diretto servizio di Lord Augusto Ronuà. Il mio cuore, già indebolito dalla notizia, quasi ha ceduto quando sono stato nominato in qualità di partecipante a tale spedizione dall’altro capo del continente. Chi meglio di me avrebbe potuto fungere da consigliere e tutore dell’erede sulle cui spalle la più grande speranza della famiglia Custos Ari sarebbe stata poggiata? Ahimè, Lex mi nega gli argomenti per controbattere a questa affermazione.
Potessi io avere invece la tempra della giovane Cassandra, che alla notizia è balzata in piedi supplicando il padre di essere inclusa nella delegazione. Chissà da quanto questo piano covava nella sua riottosa testolina: pare che il suo impeto tanto coraggioso quanto inesperto l’abbia condotta ad invidiare il fatto che il fratello incrocerà le armi con i temuti orchi Florjark del mare e porterà la fiaccola della civiltà ai popoli miscredenti. Cassandra dimentica tuttavia che Lex ha già scelto il destino per lei: come lord Ulric le ha perentoriamente ribadito, mentre suo fratello curerà gli interessi familiari in missione, ella farà lo stesso in patria, andando in sposa fra un anno al rampollo di un ramo cadetto della casata Hilof, con un’unione dinastica che Lord Ulric ha pianificato attentamente e da lungo tempo. A nulla sono valse le lacrime della ragazzina e la sua fuga dalla riunione, né con il suo rifiuto del cibo e l’isolamento nelle sue stanze otterrà di più: sono però certo che la saggezza arrecata dalle prossime notti e dai languori di uno stomaco vuoto guarirà le sue piccole ferite e i suoi orgogli adolescenziali.
Alle mie domande, che devono essere sembrate pavide ai miei signori – ma quale valore bellico potrebbe mai essere preteso da un esile e trentaduenne uomo di cultura come me? – Lord Ulric ha riferito un resoconto di ciò che troveremo nelle nuove terre: una penisola pronta alla prima colonizzazione, distese di terre fertili o ricche di risorse, schiere di indigeni male organizzate. Soprattutto il mio signore ha ribadito la netta superiorità delle forze alleate sotto il profilo militare e magico nei confronti di tutti gli avversari che dovremo affrontare. Come nota voleva apparire tranquillizzante, ma essa mi provoca un certo tremore alle gambe, giacché è sotteso il presupposto che ci imbatteremo in nemici, a più riprese.
Possa Lex dare la forza a Osric di affrontare l’impresa, a Cassandra di accettare il proprio ruolo, e a questo povero scriba dal cuore di paglia, così titubante ad abbandonare la dolce vita sedentaria infine conquistata, di non venir meno della fiducia che è stata riposta in lui…

Per grazia di Lex,
Glauco di Blanchevalle, Sapiente del Sud
Picci
Picci

Messaggi : 324
Data d'iscrizione : 04.03.14

Foglio GDR
I miei personaggi:

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.