Arcana Domine
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.
Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti attivi

Dicerie "Le Vite degli Altri", evento di Ottobre

Andare in basso

Dicerie "Le Vite degli Altri", evento di Ottobre Empty Dicerie "Le Vite degli Altri", evento di Ottobre

Messaggio Da Magus Sab Set 20 2014, 08:41

Nota dello staff: consigliamo di leggere bene le Dicerie, soprattutto la prima.
Per questa diceria, ricordiamo che Plus è interpretato da Nicola Simionato, in forum NS977

27/8/1014, Ovunque
Un bando viene diffuso. Portato da creature argentee e da mercanti, viaggia in tutte le terre, dall'Isola Brulla, a Tir-Na-Nog, ad Antines, ad Arius, ed oltre.
"Noi, il Concilio di Mirabilia, dichiariamo che i giorni 25 e 26 del decimo mese di quest'anno verrà indetto un libero mercato nei confini del nostro Dominio, presso l'insediamento dal nome di Borgo Bianco.
Il mercato verrà indetto su invito di Khoras, druido Consigliere di Kavadar, legittimo successore al titolo di Re Cornuto, che lascerà libero e sicuro  passaggio per le sue terre in nome della Fratellanza, del commercio e della Condivisione.
Al Mercato sono invitati tutti coloro non appartengano alla stirpe dei Fomori, o che non siano associati con l'infausta Mano Rossa, a patto che portino il dovuto rispetto e non infrangano le Leggi del Codex Mirabilis e del suo popolo.
A Mirabilia, vi ricordo, subirete tutte le conseguenze delle azione delle creature a voi evocate, siano esse magiche, fatate o di altra natura.
Tutti coloro che desidereranno costruire un accampamento potranno farlo solo se otterranno il benestare di Plus, Capologgia della Loggia del Forgianime, che è responsabile delle Infrastrutture, che consigliamo di contattare tramite missive.
Gli accampamenti potranno essere innalzati solo in zona designata, potranno essere recintati e chiusi, ma dovranno garantire libero accesso alle Voci Mirabili, ai Capiloggia, ai membri della Loggia d'Argento, che è responsabile della sicurezza, con il suo seguito.
Nella zona del mercato è vietato portare armi di lunghezza superiore a mezzo braccio, che dovranno eventualmente essere lasciate nei propri accampamenti o legate nella loro guaina da Kor, Capologgia della Loggia d'Argento o dai suoi sottoposti.
Ricordiamo inoltre che, in un borgo commerciale, non è ben vista la presenza di grossi contingenti militari.

Siano tutti benvenuti, quindi, se vengono per commerciare Beni e Conoscenze"

28/08/1014, Villaggio del Clan dei Tori della Notte
Un pitta con tatuaggi e diverse cicatrici entrò nella tenda del druido.
Lo spettacolo che gli si presentò davanti era del tutto inaspettato.
Khoras, druido dei Tori della Notte, stimato dall’intero clan e sicura guida del villaggio, presenziava ora con l’aspetto di un cadavere.
La pelle si stringeva attorno alle ossa, come se fossero l’unica cosa che le tenesse incollate tra loro, il suo aspetto era di un pallore che avrebbe superato in chiarezza pure l’avorio, e dalla bocca stava sputando sangue.
Il guerriero ammutolito si avvicinò cercando d’aiutarlo ma fu fermato prima da un cenno deciso.
< Non toccarmi *coff coff*… gli spiriti della terra stanno volteggiando attorno a me… *coff coff* > un rivolo di sangue scese dal naso.
< Allontanati, se resti qui ancora per molto, potresti renderli irosi… Non potrò proteggerti se verrai posseduto da uno sciame di spiriti >.
Il guerriero, a quelle parole uscì dalla tenda, rimanendo scosso dall’aspetto del suo druido.

4/9/14, Terra del Sole e delle Bestie
Due giovani druidi, in una radura, stavano chiacchierando mentre preparavano delle erbe. "Quindi sembra che verso fine mese ci sarà un altro concilio dei Druidi, vicino alla terra dei maghi! Sembra lo faranno di notte, e che, visto il mercato, sarà aperto a tutti i Druidi e gli stranieri che vorranno discutere! cavolo, mi piacerebbe proprio esserci!"

05/09/1014, Terre dei Clan Orcheschi
Un muro di scheletri stava circondando i quattro mal capitati, lo stridio delle armi arrugginite impugnate da quel drappello di non morti li stava terrorizzando per il gramo futuro che li attendeva.
Di fronte a loro il muro si aprì e una creatura sputata dalla morte stessa li osservò con occhi vitrei.
I mal capitati appena lo videro iniziarono a lanciare incanti contro il signore di quell’esercito, ma sembrava non risentire dei colpi.
< Pensavate che fuggire sarebbe servito? Non ci si può salvare dal giudizio della Mano >.
Cinque scheletri si avvicinarono verso il centro, appena due passi ed esplosero spargendo le loro ossa attorno ai fuggitivi disegnando un cerchio rituale.
Il signore dei non-morti iniziò a recitare formule mistiche e le ossa attorno s’illuminarono.
Una luce color notte li avvolse e grida di dolore si levarono come tuoni.
Una mano fatta di ossa, carne e sangue si levò dal terreno mostrando la testimonianza del terrore stesso.


5/9/14 Castel Delfino
il campo di Caste Delfino, quel giorno, era insolitamente silenzioso e affollato. Le guardie osservavano con molto nervosismo le persone che riempivano la piazza. Una folla di uomini e donne, con vestiti e armature rozze e sporchi, molti col simbolo del delfino, e molti col simbolo del Sole Nascente sul Mare e di Lex.
Tutta la famiglia dei LaGuardia  dell'Est, uomini, donne e porci, era andata a trovare la famiglia principale.
Col silenzio interrotto solo dal grufolare di un paio di maiali, tenuti al guinzaglio da un contadino in armatura pesante, tre figure entravano nel castello, per avere udienza col Conte Valentino.
A destra, alto e muscoloso, con le vesti curate come i suoi baffi, e dalle braccia muscolose e nude, il Botta avanzava senza il suo solito sorrisino malizioso.
Alla sinistra, con la barba folta, tracagnotto e sporco di cibo e sangue, il Roccia aveva uno sguardo assassino, mentre continuava a masticare pezzi di carne secca fin troppo simile ad orecchie appuntite.
Al centro, il nuovo Tiranno. Alto, con una magrezza e un volto ascetico, e uno sguardo che sembrava ammirare Lex stesso.
Dopo essere entrati nello studio del Conte, ed aver fatto un rispettoso inchino, il Conte prende la parola
"Ditemi, Sergius, cosa ha portato tutti voi qui da me oggi?"
Il Tiranno, Sergius detto il Magro, iniziò a parlare lentamente, guardando intensamente un punto appena sopra la spalla del conte
"Mio Conte, ci sono giunte preoccupanti notizie. Voci, che potrebbero sembrare confermate, dicono che in terre pagane fosse ricomparso un nostro confamiliare, Marco detto il Baro, con mezzi simili a quelli con cui io sono ritornato nella terra creata da Lex. E le stesse voci dicono che il Baro, appena tornato, sia stato attaccato a tradimento e ucciso dal capo di quegli animali conosciuti come Nani.
Inoltre, si dice che in un accampamento presidiato dagli stessi animali di cui sopra, e da degli stregoni pagani, sia scomparso senza più notizie il beneamato Federico, vostro onorevole nipote.
Quindi, mio Conte, ho una sola domanda: cosa dobbiamo fare?"

Il primo giorno della fine del mese, dove non si trova il dolore violetto..
Una figura, vestita con una tunica cangiante e multicolore, sorride, sorride accarezzando una sfera, e sorridendo felice mentre tesse le lodi al suo rosso re.

9/9/2014, LeGard
Il conte Valentino uscì dalla sala del consiglio di LeGard boffonchiando qualcosa sulla lentezza delle assemblee. Appena visto il Conte il seguito composto da truci La Guardia dell'Est lo seguì.
Si girò verso il capo, un tipo smilzo "Bene, poi chiariamo la faccenda coi nani da bravi La Guardia: faccia a faccia, seguitemi, andiamo a farci una birra alla Menasquali".

10/07/1014, Terra del Sole e delle Bestie
< Hai sentito dei pescatori? >
< No, cos’è successo? >
< A quanto pare è morto un gruppo intero di pescatori… annegando >.
< Ma non sapevano nuotare? >
< Indubbiamente, tutti sanno nuotare nel nostro Clan. Ma mi hanno detto che si son buttati tutti volontariamente dentro il fiume e non son più usciti… >
I due pitti cacciatori restarono perplessi sull’accaduto finché un cervo attirò la loro attenzione.
Magus
Magus

Messaggi : 941
Data d'iscrizione : 07.01.14
Età : 42

Foglio GDR
I miei personaggi: Scala Nicola: Voltus, Marius, Corax,Aurelio

Torna in alto Andare in basso

Dicerie "Le Vite degli Altri", evento di Ottobre Empty Re: Dicerie "Le Vite degli Altri", evento di Ottobre

Messaggio Da NS977 Sab Set 20 2014, 12:43

Plus visionerà e risponderà a tutte le missive che arriveranno entro e non oltre il 18 del 10o mese.
Nelle missive si prega di indicare in passi di quanto spazio si ha bisogno e se si intende mettere una recinzione.
Si rende in oltre noto che Mirabilia mette a disposizione i terreni ma i materiali da costruzione dovranno esser portati dagli usufruitori.
Nel caso un gruppo avesse volontà e i materiali ma fosse sfornito di manodopera potrà contare sulla presenza di un Forgiato da lavoro.
NS977
NS977

Messaggi : 347
Data d'iscrizione : 09.01.14
Età : 43
Località : Venezia

Foglio GDR
I miei personaggi: Plus. Ardanyan Hardhelm.

Torna in alto Andare in basso

Dicerie "Le Vite degli Altri", evento di Ottobre Empty Re: Dicerie "Le Vite degli Altri", evento di Ottobre

Messaggio Da Dark Wolf Ven Ott 10 2014, 20:04

25/09/1014, Ai confini tra il Regno di Loertà e Terra del Sole e delle Bestie

Un gruppo di uomini pesantemente armati si stava dirigendo verso le terre pitte, sulle loro armi e bandiere le effigi del pugno incatenato facevano sfoggio della sua maestosità.
Il loro passo pesante e ordinato, ma al contempo veloce s’inoltrava verso le terre barbare.

26/09/1014, Regno di Antines

Un mercante ben vestito e una guardia amazzone stavano parlando in modo un po’ animato.
< Com’è possibile che quel dannato non sia stato ancora trovato? >
< Probabilmente durante la guerra contro gli uomini serpenti è riuscito a fuggire grazie al caos >.
< L’ho allenato troppo bene… Sia, aumenterò la sua taglia a una moneta d’oro, voglio vedere se nessuno riuscirà a catturarlo senza ucciderlo >.

29/09/1014, Terra del Sole e delle Bestie in un villaggio pitta

< Nonno, nonno, il fiume s’è ingrossato, non riusciremo ad attraversarlo >.
< Vorrà dire che faremo il giro >
< Ma nonno… perché nessuno ha fatto un ponte per passare? >
L’anziano s’abbassò e guardando negli occhi del bambino rispose con tono serio.
< Pazzia, i ponti vanno tutti distrutti! Non te l’hanno mai detto? Sotto i ponti si rintanano i Troll che poi mangiano i pitti. Bisogna distruggere tutti i ponti >

30/9/1014

In un villaggio Toro Nigro, una folla si sta radunando attorno a due orchi.
-Vai fuori dal mio villaggio. Non hai più diritto di esistere, qui dentro.
Questa è l'unica possibilità che ti resta per non incorrere nell'ira del Grande Membro.
L'altro, testa abbassata, si gira e comincia a raccogliere le sue cose, ma viene fermato.
-NON HO DETTO CHE POTEVI PRENDERE LE TUE COSE.
Serviranno a tua moglie e alla tua prole.
Ora vai.
Il giorno dopo, nella locanda del villaggio, due avventori stanno chiacchierando a bassa voce.
-Ma cosa ha fatto Darruk per essere cacciato in malo modo da Hydrall?
-Sembra che non abbia riportato esattamente quello che Hydrall diceva di scrivere nelle sue lettere, ma che cercasse di addolcirle un po'.
-Spero che si calmi, altrimenti ci ammazza tutti.
-È stato preso per il culo da un umano, ce ne vorrà di tempo per sbollire. Per fortuna che sua moglie l'ha bloccato prima che partisse per LeGard. Ma ti rendi conto? Voleva fare un duello all'ultimo sangue col capitano delle Lance nere!
Scatenare una guerra per un diamante!
Si girarono entrambi, e videro gli avventori fissarli, in silenzio, con le bocche aperte in segno di stupore.
Alchè si alzarono, e scapparono a casa per fare i bagagli.
Sapevano entrambi che non bisogna mai raccontare fatti riguardanti il capo.

01/10/1014, In una locanda di Loertà

Un avventore con un cappello di paglia e un poncho blu stava parlando tutto eccitato al locandiere dalle orecchie appuntite.
< Sisi, son così contento, un mercato, un insaccato e c’è pure il pelato *indicando un elfo lì vicino* >.
< Mi scusi… ma io ho i capelli… anche lunghi  oserei dire >.
< LO PENSO ANCH’IO! A mirabilia ci vado di sicuro… chissà quante mercanzie, quanti pesci, quanti libri, quanti vetri rotti, la sapienza, LA SAPIENZA!
Prenda coscienza di ciò, il sistema politico, le pecore, le STACCIONATE per le pecore. Ne verrà fuori un articolo eccezionale!  >

04/10/1014

Il Conte Valentino esce dalla Menasquali, e si riunisce a un gruppo di La Guardia dell'est che si stava intrattenendo con alcuni ladruncoli locali.

"Bene Tiranno, ho parlato col nuovo Thane dei nani, e praticamente non sa nulla della questione. Guarda caso il principale testimone della Faccenda, Sir Toki, si è appena congiunto in matrimonio a una Le Guardia dell'Est. Ho quindi deciso di affidarmi a lui per il giudizio su cosa sia giusto fare. Certamente il reo del crimine ha già raggiunto i suoi avi, il dubbio è solo se ciò basta a pacificare il nostro senso dell'onore."

Giorno imprecisato, BORGO BIANCO, sala del sindaco

un incedere metallico fa sorridere il sindaco, "non pensavo venissi davvero" sussurra

"la mia città ha chiamato" risponde avanzando il metallico "non farò mio il vostro odio ma prometto di ascoltarne le cause"

"quindi diventerai il Primo?"

"oh si, posso dare molto più delle sole parole al mio popolo"

5 Ottobre 1014

Nel castello dei La Guardia
- Agnese. Passami l'uniforme e l'armatura.... torno a Legard

-Gabriel, la vedi quella boccetta, li sopra al camino? Si si è la pozione per rendere i corpi fermi
come la pietra. Bene. Se non torni e fai di nuovo l'eroe, ti vengo a cercare, ti trovo, ti riporto a
casa e te la faccio bere, poi ti riempio di pugni per un giorno intero

5/10/1014, Terra del Sole e delle Bestie

I guerrieri giacevano a terra in pozze di sangue e le capanne bruciavano con le donne e i vecchi al loro interno.
I non-morti stavano facendo un’ecatombe di quel povero villaggio… alcuni sembravano esser riusciti a fuggire, ma la maggior parte era stata trucidata.
Solo i bambini erano stati risparmiati e portati via incolumi, mentre le loro case natie bruciavano con le loro madri sgozzate nei loro letti.

In una locanda

-"Avete sentito quante celebrità ci saranno al mercato del Borgo Bianco a Mirabilia, pensa viene pure il famoso gioielliere Vittorio Orsoli, dai comuni del sud, per non parlare del famoso cuoco combattente Zamarra, ho già l'acquolina in bocca, speriamo ci bastino i soldi. E c'è pure...come hai detto che si chiama quel tipo ? Hai detto Cuchu, boh non lo conosco ma nella lista c'é anche lui."

5 Ottobre 1014

Foresta Pitta
Due Pitti che sono in cerca di provviste

-odddio che puzza, ma cos'è questo odore? È insopportabile, mi viene da vomitare. Proviene da quel piccolo sentiero a destra del ponte Grotto.
- Blah che schifo. Io comunque non entro a controllare. Giriamo e andiamo da un' altra parte che è meglio.

6 Ottobre 1014

-Il celta stava passeggiando per l'ampio salone, soppesando i passi, al centro un grosso tavolo con la mappa di Tir-Na-Nog.
"Ricapitoliamo, tra l'Unione Silvana che imperversa nelle foreste e questo nuovo gruppo, i Triskele Dorata, che vogliono rompere l'isolazionismo, ci troviamo tra le mani con una bella gatta da pelare.
"Dagorix!!" rivolgendosi al fanciullo che stava portano le bevande "Chiama il Druido del villaggio, devo dettargli una missiva per Eddard!"
"Vado subito, mio Signore Cingetos"
Intanto cominciò a piovere..

6 Ottobre 1014

Tra la foresta Pitta e le terre di mirabilia
una giovane pitta è inseguita da un demone.
“corri bambina, prima o poi ti prenderò e ti mangero le budella hahahahhahaha.”
La piccola pitta corre usando tutte le sue forze, sembra però che la sua fine sia segnata.
Ad un certo punto, dalla foresta esce una creatura.
“ Lascia stare la piccola”
la ragazza si gira e vede un umano, la testa però è quella di un toro. Riesce a vedere un enorme tronco di albero appoggiato sulla spalla di questa creatura.
Il minotauro afferra bene il tronco e colpisce il demone spappolandogli la testa.
La ragazza non crede ai suoi occhi, la paura è troppo forte che senza pensarci due volte scappa senza voltarsi indietro.

7 Ottobre 1014

un uomo e una donna percorrono il sentiero nelle terre mirabili.

“ Un occasione così chissà quand ci ricapiterà.”
“ Già, un mercato e tantissime merci”
“ E' un occasione da non perdere”
“magari riusciamo a vendere questo medaglione. Dovrebbe essere abbastanza costoso”

Giorno imprecisato, Luogo imprecisato

-"Gronk, quante volte ti ho detto di non fare baccano quando andiamo in esplorazione, altrimenti ci scoprono subito e non possiamo spakkare di sorpresa!"
"Bah, tua avere cacca di coniglio a posto di cervello, che senso ha spakkare se la gente non può vedere che la stai spakkando, non c'é gusto!
Ti ricordi i serpentucoli che appena arrivati loro scappa e nasconde, tu uguale a loro."
"Taci va, comincio a sentire odore di cibo e di città, finalmente noi mangia!!"

09/10/1014, LeGard

Diversi manifesti erano stati appesi sulle mura delle vie del centro.
Questi erano scritti con caratteri molto grotteschi e dettavano ciò:
“Sivrius, grande mago dell’Accademia dei Veri Nomi è stato nominato dal consiglio di LeGard Potestà”.
Il vociare delle strade s’ingrandì come un fiume in piena alla notizia.
Molti i perplessi ma sembra che la notizia abbia una fonte sicura… il locandiere della Menasquali.
Dark Wolf
Dark Wolf

Messaggi : 267
Data d'iscrizione : 22.01.14

Torna in alto Andare in basso

Dicerie "Le Vite degli Altri", evento di Ottobre Empty Re: Dicerie "Le Vite degli Altri", evento di Ottobre

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.