Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» L'emozione più grande - Lord Zaccaria Cassandra e Lady Erzsebet Ghim Cassandra
Sab Giu 23 2018, 12:35 Da Sentrem

» Predica di un nuovo Indice Bianco - Lord Zaccaria Cassandra
Sab Giu 23 2018, 12:26 Da Sentrem

» Fine campagna Isola spezzata
Ven Giu 22 2018, 11:46 Da GrifoMaster

» Armi da lancio
Gio Giu 21 2018, 08:07 Da GrifoMaster

» Nuovo crafting. Singolo o multiplo?
Mer Giu 20 2018, 11:30 Da Mitico-Gian

» Buonsalve
Mer Giu 20 2018, 10:17 Da Jessica

» DICERIE - L'Orgoglio del Duca
Mar Giu 19 2018, 21:14 Da Medea

» COMITATO AMBIENTALE, "L'orgoglio del Duca, giugno 2018
Ven Giu 15 2018, 19:24 Da Oedhen

» Lame della Memoria - Anonimo
Mer Giu 13 2018, 23:47 Da Sentrem


DICERIE - POST Spirito e Sangue

Andare in basso

DICERIE - POST Spirito e Sangue

Messaggio Da Medea il Ven Mar 16 2018, 14:01

Arrow Raaka, Concilio del Padre dei Lupi
Attorno al fuoco i ceppi erano tutti occupati, tranne quello di Cane,e i presenti erano in attesa delle parole del Padre, che, perso nei suoi pensieri, scrutava nelle fiamme del falò.
"Dannati ragazzini Fargan, sono riusciti a stupirmi..."
L'Orso, ancora all'oscuro dei fatti avvenuti a Crann-Moir, stupito, chiese
"Com'è possibile Kuxstag? I Fargan non sono più stupidi?"
Il Padre ringhiò, fissando poi intensamente l'Orso, ed in seguito tutti gli altri presenti, Passero, Cigno, Falco, per poi esprimersi con voce profonda
"I Fargan SONO stupidi, e ignoranti, e LADRI! Ma quelli, quei bambini che vengono mandati ogni volta in pasto a ciò che LORO non vogliono affrontare. Quei cuccioli hanno una speranza."
Ravagar prese la parola
"Il Gruppo d'Intervento si è dimostrato rispettoso delle tradizioni tribali!"
Guur'Zaak ruggì in risposta
"Non a tutte! Sono ancora titubante in merito al loro accesso ai Monti Kogar. Vero però che i nostri cuccioli si sono comportati bene, e quel Zaccaria mi ha stupito..."
Il Padre si alzò in piedi, e il consiglio tacque
"Loro sono una tribù, lo hanno dimostrato, con i loro pregi ed i loro tanti difetti. Li accompagnerò nei Monti Sacri. Hanno il MIO permesso di salire fino a dove sarà necessario."
Dalla penombra fece capolino Nebra, avanzando lentamente
"Io vi accompagnerò, Padre. Gli spiriti avevano ragione nel porre speranza in quel popolo."
Il Padre si rimise a sedere, senza grazia, prendendo un boccale e trangugiandone il contenuto
"Come vuoi... Adesso basta con questi discorsi, parliamo d'altro..."

Arrow Terre Warfer, confini sud-est
Il campo di battaglia era pieno di cadaveri, alcuni si rialzavano, altri venivano resi polvere da potenti incantesimi.
La milizia Tribale, composta da guardiaboschi, berserker e sciamani, stava operando capillarmente di albero in albero, alla ricerca di zone rituali da depurare.
"Com'è la situazione più a sud, Moek?"
"Tranquilla per ora, Zirt. Da quando il Guardiano di Bosco Candido è tornato, siamo riusciti a velocizzare il processo di purificazione delle foreste. Il problema però non sembra risolto del tutto."
"Che intendi?"
"I non morti si sono ritirati, stanno andando tutti verso est."
"Bene, che se ne vadano a  infestare altri territori, fintanto che non calpesteranno suolo tribale o ducale, non è più un nostro problema."
"Sarà, ma non mi sento tranquillo…"

Arrow Sale della Loggia Centrale, Somma Accademia, Punta del Drago
“Venerabile Maestro, una missiva proveniente dalla Catena d’Argento, direttamente da Minerva Rosaspina.”
“Prego, Maestro Tribuno, enunciatela.”
“Sia fatta la Vostra volontà, Venerabile!”
Un respiro profondo e il Maestro declamò
“Io, Minerva Rosaspina, nel ruolo di Comandante dell’Ordine Cavalleresco nomato Catena d’Argento, chiedo a voi, Flavio Aureliano, nel ruolo di Venerabile Maestro della Somma Accademia, Istituzione Garante dell’Istruzione e Guardiana dell’Interscambio di conoscenze tra le organizzazioni facenti parte del Ducato Nordrake, quanto segue.
Dopo gli ultimi resoconti avuti dai miei cavalieri, vi è notizia che all’interno del Gruppo d'Intervento non vi sia un completo rispetto delle norme emanate a suo tempo dal compianto Duca Biel Nordrake, poi riconfermate dall’attuale Duca Faust Nordrake, suo figlio, in materia di interscambio di conoscenze tra le organizzazioni, e rispetto del diritto di esclusività di tali conoscenze, nella tutela delle origini e del diritto di sovranità sulla loro applicazione istruttoria.
Viene quindi richiesto un Vostro rappresentante, Venerabile, per adempiere ai controlli in merito.
Firmato: Minerva Rosaspina. Questo è quanto, Venerabile.”
“Vi ringrazio Maestro Tribuno, andate pure, protocollate il documento, e conservatelo nei nostri registri.”
Uscito il messo, il Venerabile, alzatosi dal suo scranno, diresse le sue parole verso una finestra aperta.
“Avete sentito Cornelius?”
E da fuori: “Si Venerabile.”
avatar
Medea

Messaggi : 127
Data d'iscrizione : 21.01.17
Età : 27
Località : Soave

Foglio GDR
I miei personaggi: Druilia Yer, Legione Dorata - Malìa, barda itinerante - L'Evocatore, cavaliere del Dardo di Cobalto - Nebra, sciamana dei Warfer

Torna in alto Andare in basso

Re: DICERIE - POST Spirito e Sangue

Messaggio Da Medea il Ven Mar 23 2018, 21:12

Arrow 19/3/1318 Moniti
Il nano entrò nella tenda a testa bassa, e ciò che vide lo stupì.
"Gilac? Che ci f..." ma il suo dire venne interrotto da un urlo di puro dolore.
Un urlo che venne udito fino ai limiti più estremi della cittadella, insolitamente prolungato per i polmoni di un nano.
Ovviamente la ragazza e l'orco non si scomposero, osservando l'elfo che con gli artigli torturava il nano. Attesero, e quando tutto fu terminato chiesero come dovevano comportarsi.
"Dovremo accelerare le cose, ma Reitrac ha comunque fatto qualcosa di buono" disse l’elfo.
"Ma... Allora perchè lo hai punito?" domandò la ragazza.
"Ci serve un altro piano B" sentenziò l'orco, tagliando corto.

Arrow In ogni sede delle varie Organizzazioni
L'irruzione della Catena d'Argento nelle principali sedi delle Organizzazioni fu tanto inaspettata quanto rapida e marziale.
Senza preavviso, i cavalieri dell'Ordine catturarono e prelevarono svariati militi, senza dare spiegazioni se non qualche rapida parola scambiata in privato con i capi degli stessi. Contemporaneamente, giunse notizia che Cavalieri del Quadrifoglio Stellato, della Torcia Dorata e dell'Anello di Quercia avevano colpito con forza e rapidità svariate abitazioni nel Ducato, per la maggior parte ritenute abbandonate o di poco conto. Dovettero passare alcuni giorni prima che la Catena stessa emettesse un comunicato per spiegare l'accaduto.
"Io, Minerva Rosaspina, Comandante dell'Ordine della Catena d'Argento, comunico che nei giorni passati un duro colpo è stato inflitto alla branca della Fauce Nera, fedele alla Sussurratrice dei Segreti. Sono state individuate e catturate svariate spie, nascoste all'interno delle Organizzazioni, con l'incarico di raccogliere informazioni da passare al Culto. Sono state distrutte varie basi da cui i gruppi della Fauce operavano, o che essi usavano come depositi o case sicure. La Catena d'Argento tutta ringrazia gli Ordini che hanno collaborato affinché la lama della giustizia calasse su questi assassini e traditori. La Fauce Nera non può sicuramente dichiararsi sconfitta, ma possiamo affermare che questa battaglia si è conclusa con la nostra vittoria.
Rendo inoltre noto che, per servizi resi al Ducato, i cittadini Quinlan Lumen Anulare Nero della Chiesa della Sacra Mano, il Caporale Mirka dell'Occhio e la Spada, Ser Erad Legionario del Patto d'Acciaio, Fyrn Helgrind Schiavo del Totem della Tribù del Lupo Guardiano, ed infine la Discepola Ago della Congrega della Fiamma Eterna, godono del rispetto e della gratitudine dell'Ordine della Catena d'Argento. Se essi lo vorranno, dovessero presentarsi a sostenere il prossimo Impervio posto dall'Ordine, potranno chiedere di risultare esenti da una prova a loro scelta.
Gloria al Ducato! Gloria al Duca!"

Arrow La Fonderia, 20/05/1318
Una donna, un nano dalla folta barba e un uomo nerboruto passeggiavano tranquillamente per le vie della città, vestiti con abiti sobri.
La donna non alzava la testa dal pesante libro che teneva stretto tra le mani, nemmeno per guardarsi attorno mentre camminava, tendendo di tanto in tanto l’orecchio alle lamentele del compagno nano.
“Quegli idioti secondo me non hanno capito che non eravamo lì per farti da guardie del corpo. Avevano delle espressioni davvero idiote.” brontolò lui.
L’uomo grugnì qualcosa sommessamente, sputando poi al lato della strada in risposta.
La donna dai capelli candidi alzò le spalle.
“Non ho mai sentito ripetere idiota tante volte in una sola frase. Ad ogni modo non mi aspettavo niente di diverso, hanno sicuramente notato una certa superiorità” sogghignò
“E poi, non mi stupisco, li abbiamo colti di sorpresa. Non credevo di essere così brava a recitare. Magari più avanti potrei farlo diventare un lavoro.”
Un altro borbottio del nano venne palesemente ignorato dalla donna che esultò alla vista dell’insegna al lato della strada.
“Siamo arrivati! Vediamo se sono veramente bravi come ho sentito dire dall’artefice”
“Sei sicura di volerlo fare? Non ti ci vedo bionda”
“Giusto, sono troppo intelligente, ma ho voglia di cambiare. Il bianco dopo un po’ stufa.”
Il nano sbuffò e alzò le spalle
“Fai come ti pare. Noi non ti aspettiamo qui, sappilo. Ci si vede”
I due uomini si allontanarono, continuando la loro conversazione fatta di grugniti e brontolii.
La donna si sistemò il fiocchetto rosso sul capo, sfoderando il suo migliore sorriso.
Spalancò la porta del negozio, esclamando con voce allegra e squillante
“Saaaalve! Sono venuta perché mi siete stati caldamente consigliati...” si avvicinò ai proprietari, con un’espressione sorniona “...dalla vostra adorata Fringi”
avatar
Medea

Messaggi : 127
Data d'iscrizione : 21.01.17
Età : 27
Località : Soave

Foglio GDR
I miei personaggi: Druilia Yer, Legione Dorata - Malìa, barda itinerante - L'Evocatore, cavaliere del Dardo di Cobalto - Nebra, sciamana dei Warfer

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum