Arcana Domine
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.
Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti attivi

Dicerie "un'invito inaspettato"

Andare in basso

Dicerie - Dicerie "un'invito inaspettato" Empty Dicerie "un'invito inaspettato"

Messaggio Da GrifoMaster Ven Feb 13 2015, 17:51

Info note a tutti: L'ultima cosa che ricordate è quanto scritto nell'ultima diceria, notare la data, per eventuali missive o altro tenetene conto.
Durante il pranzo non è possibile morire, combattere salvo assensi per una serie di motivi (alcuni abbastanza ovvi: se un mago cerca di incantare qualcuno in sala da pranzo questi non può assalirlo con lo spadone).





Legard - Sala interna di Villa Draghi, un anno fa.

"Barone, anzi, Conte! E' un piacere vedervi dopo tanto tempo!"
"Filiberto, poche smancerie, siamo amici da un'infinità di tempo ormai, non usiamo titoli tra noi!"
"Avete ragione! Quindi, Valentino, quale buona nuova vi porta qui a trovarmi?"
"Son lieto di portarvi dei doni dalla mia Nuova Contea della Tempesta, Come avrete sicuramente avuto modo conoscere, le mie nuove terre hanno molte risorse, e ho il piacere di condividerne alcuni frutti con voi."
"Le vostre nuove terre, si, gestite da mio... ehm.... genero...."
"Qualcosa non va?"
"Niente, Valentino, niente. Diciamo che, per mia figlia, auguravo un futuro meno, diciamo, distante, ecco...."
"Suvvia, vostra figlia si è sempre fatta valere, e ha portato avanti il vostro casato sempre con onore. Ora son passati un bel po' di mesi dalla loro unione, cosa vi turba ancora?"
"Ripensavo a mia moglie, e in lei, la rivedo."
"Immagino sentirai la mancanza, Filiberto."
"Si mio caro amico, Ivan e Attila sono morti, Annibale è sempre in giro per i suoi interessi, e come so ti ha raccontato Desdemona. Mi sento solo."
"Ma Filiberto caro! Lex ci benedice! Ho proprio da presentarti una persona...."

30/12/1014

Territori barbarici orcheschi

Un’orda di demoni stava portando distruzione attorno a sé, come fiamme che camminano si stavano muovendo, per poi infrangersi guerresca, verso la selva cremisi ad armi sguainate.

08/01/1015

Territori Pitti

Il guerriero sacro era tornato di fronte al druido di morrigan, esausto dalla corsa.
< Le terre… sono piene *anf anf*… ci sono demoni ovunque >
Il druido alzò lo sguardo, verso la terra da cui s’innalzava un albero dai multicolori.
< Cosa si cela in queste lande? >


20/01/1015

Accademia dei Veri nomi, Isola di Arius.

Bene nene, ti interessa il tema fatati?
Ricorda ragazzo: i fatati si trovano nella foresta Baronia dell'Ippogrifo, sono divisi in due corti: La Corte dell'Alba guidata dal Re dell'Alba e la Corte del Crepuscolo guidata dalla Regina del Crepuscolo. Queste due corti esistono da sempre.
Si tratta di creature magiche, strane, uniche. Il loro grande conoscitore era il Mago Errante "Cercatore di Nebbie", puoi trovare il suo grimorio nella biblioteca, se un maestro da il suo benestare."
E la foresta rossa? Anche la ci sono fatati, ma da poco e in qualche modo qualcuno ha barato. Le due corti non sono in equilibrio come accade nella baronia."

"I nomi? Corte rossa e Corte di perla, ma non ho mai visto fatati della Corte di Perla e riguardo al Re e alla Regina, farai meglio a chiedere agli assistenti Nebel e Sivrius quando tornano, hanno belle storie da raccontare".




01/02/1015

Borgo Bianco, Vicino Mirabilia

"Volevo fare i complimenti ai vostri giardinieri, per l'accuratezza che applicano nel mantenere la bellezza dei vostri dintorni."
"che intendete ambasciatore?"
"Non ho mai avuto la fortuna di vedere alberi così ben curati, di questo rosso così vivo, Strabiliante!"
"Non so di cosa stiate parlando..."
Gli occhi del mirabile strabuzzarono notando un boschetto di alberi rosso sangue vicino alla sua città uguali a quelli che aveva visto vicino alla Mano del Cielo

02/02/1015

"Ma chi è la nobildonna con cui ho visto il vecchio Filiberto? Ha la pelle scura di un salman e il davanzale della cattedrale!"
"Sssst, per un commento del genere i suoi parenti ti farebbero mangiare dai cani... o dai maiali, è una La Guardia, zia o cugina del Barone Valentino. Era stata mandata in sposa di un nobile a Pendragon, ma questi è morto in battaglia presto, il feudo è andato al fratello minore e lei è restata nel limbo fino ad oggi"

"Che scandalo! Ridotta a far la concubina, è vero che il sangue dei La Guardia si è annacquato come si dice in giro!!!"

"No no, si sono sposati regolarmente, senza troppe cerimonie, ma hanno fatto tutto in regola. Sembra che Filiberto non abbia mola voglia di stare in primo piano e anche la sua nuova fiamma non è eccessivamente propensa alla mondanità"

"Come si chiama"
"Teresa La Guardia detta La Mora, ma non chiamarla mai così, non apprezza troppo, è un altro il ramo della famiglia che ama i soprannomi".



03/02/1015

Baronia del Delfino, Spiaggia vicino alla torre dei La Guardia dell'Est

"Sior"
"Dime Clemente."
" Ghe se un robo brutto, el par un fomori, el dise de esser mandà da un taa un tal Dragodelta.
"Gli unici draghi che conosco stanno a Legard, e di certo non sembrano fomori. Portatelo da me, i maiali hanno fame.... "

Purtroppo la creatura dopo il trattamento del "La Guardia dell'Est" diventò una poltiglia viola che i maiali non sembrarono gradire.

04/02/1015

Territorio dei Toro Nigro - di notte


"Di guardia anche stasera, eh Thugg?"
"Si, è il mio dovere, tu piuttosto, primo giro di ronda?"
"Ormai sono un orco maturo, e quindi posso imbracciare la mia ascia!"
"Se se...."
"Non mi credi adatto?"
Il volto dell'orco anziano s'aggrotta.
"Figliolo, i miei occhi hanno visto le peggiori battaglie, stragi, e i più grandi orrori che queste terre possano offrire. Hai mai sentito parlare di Infernopolis?"
"Si, la battaglia dove sono stati uccisi i demoni."
"Hai mai visto i demoni?"
"No, tanto son morti tutti, non credere di farmi paura, mio padre mi ha detto che i demoni non ci sono più."
"Ah si? E quello cos'è?" con tono sorpreso.
"Cosa?"
Il giovane orco si gira ascia alla mano, gli occhi spalancati, e un brivido continuo che gli percorre tutta la schiena.
Un altro orco, anche lui di guardia, lo sorprende con un urlo improvviso, facendo cadere sulle verdi chiappe il giovane.
"Ah, ah, ah, simpatici...."
"Dai, ti si prendeva un po' in giro..."
"Si si, prendetemi in giro, tanto lo so che...."
"Cosa?"
"..."
Il volto del giovane orco diventa di un verde chiaro.
"Cosa?"
"..."
"Dai tanto non ci caschiamo..."
Il giovane orco indica dietro ai due orchi anziani.
"Ma cos'...... AAAAARGH!!!!"





06/02/1015

Baronia della Rosa- incontri particolari

"Sua signoria, sua signoria!"
"Dimmi Clemente."
"Abbiamo visite . Dice di essere un Ambasciatore di un certo Dragodelta.
Portatelo da me, scopriamo cosa vuole....


07/02/1015

Regno di Loertà - Sala del Trono

"Quindi aggiornatemi, cosa sta succedendo in questo periodo? E' da moltissimo tempo che non ricevo notizie."
"Mio Re, La situazione al momento è tranquilla. Nelle varie spedizioni abbiamo avuto sempre presente l'estasiata Elenie, ora coadiuvata dal corpo speciale scelto di paladini: "I Cavalieri della Dama" come li chiama il loro istruttore."
"Bene, almeno non sarà più sola, altro da segnalare?"
"Sono stati avvertiti molti movimenti strani nei venti eterici, grandi forze si stanno muovendo, non ci è dato sapere ancora a cosa si riferiscano."
"Indagate."
"MIO SIRE, MIO SIRE!!!!"
"Fermati, soldato, e dammi un buon motivo per non darti una punizione esemplare."
"Un.... problema..... alle paludi..... dell'Oblio!"
"Che succede?"
"E' cresciuta una foresta proprio accanto alle paludi."
"E disturbi il mio concilio per una sciocchezza del genere? Soldati, rinchiudetelo."
"Ma Sire, la Foresta è Rossa!"
"Rossa dici?"
"Rosso sangue mio Sire."

08/02/1015
LeGard, Caserma delle Lance Nere

L'armatura dal color silvano era indossata, la spada lucidata e il portamento fiero.
L'uomo dalle mani provate da mille sfide si cingeva ad affrontare ancora un'altra sfida in luoghi angusti.
I passi degli stivali percorrevano la caserma per poi arrivare nella piazza.
Le spade cozzavano tra di loro, rumore imperterrito degli allenamenti della milizia.
All'apparizione del comandante un uomo dall'armatura d'acciaio urlò solo una parola: LANCE!
Tutti lasciarono ciò che stavano facendo e con scatto fulmineo formarono una formazione davanti al comandate.
< Ormai non siete più pivelli ma soldati.

Onore alla compagnia ,onore al comandante.
Gloria alla compagnia, gloria alle Lance Nere.
Rispetto per i compagni, rispetto per i fratelli d'arme.
Nostra è la compagnia, noi siamo la compagnia >
I soldati erano immobili, seppur dentro di loro, erano colpiti da una tempesta improvvisa.
Toki fece il saluto per poi essere seguito dalle Lance.
Gabriel si voltò e uscì dal portone principale, fuori di esso lo aspettava una scorta, tra di loro s'intravide Raizen a capo di un paio di soldati.
Infine le ante si chiusero con un cupo rumore.


12/02/1015
Territori degli elfi verdi sul confine con la Foresta della Morte.

Nella notte la sentinella silvana si stava nascondendo, rumori di passi si spargevano nella foresta.
Quale minaccia stesse marciando nelle terre del suo popolo ne era ignaro, ma era pronto con la freccia incoccata.
I passi erano sempre più vicini e pure i ringhi di collera.
Il guardaboschi comprese che non erano né animali né nemici conosciuti, e ciò gli fece gelare il sangue. Cos’era l’ignoto che si celava nella coltre notturna?
Una lama si scagliò sull’albero, dove si era occultato, il colpo lo fece sbalzare fuori, i ringhi si fecero più accesi ed i passi più accelerati.
L’elfo iniziò a correre a perdifiato, doveva avvisare il villaggio vicino della minaccia.
Il latrare si stava facendo strada alle spalle del fuggitivo.
Nella selva il ranger era avvantaggiato, conosceva a palmo a palmo la foresta come le sue tasche, riuscendo ad avere il vantaggio della vista senza la luce.
Dopo diverse ore di corsa era arrivato al villaggio, lieto di quella vista si fermò per gridare “ALLE ARMI, ALLE ARMI, ALLE …”.
Un artiglio gli si conficcò nella gola, per essere seguito da tre fauci che lo azzannarono alla testa, al braccio destro e alla gamba sinistra.
Si sentì un rantolo che fu trascinato nella foresta.
L’antipasto era finito, era ora del piatto forte.

13/02/1015
Vicino ai confini Regno di Loertà
- E poi cos'è successo?
- Mi sono nascosto tra il fogliame, aspettando che quelle.. creature continuassero lungo il sentiero. Mai visto nulla di simile.. Le facce erano coperte da pezze di.. pelle credo.. di tutti i tipi..
- Hm. Sembrano simili ai servi dei Magus..
- Non saprei dirti. Ad ogni modo, ero nascosto dietro un albero quando la figura incappucciata che guidava il corteo mi ha visto. Ha fatto cenno agli altri di attendere e mi si è avvicinata con le mani alzate.. Stavo per darmela a gambe, ma in quel momento mi ha rivolto un saluto in elfico..
- Aha, che ti avevo detto? Sarà stato di sicuro un mago di passaggio col suo seguito.
- Aspetta. Dopo avermi salutato mi ha chiesto la strada più breve per il territorio Pitta.
- Ma in quella direzione non ci sono orchi, barbari assetati di sangue e stando ad alcune voci schieramenti di demoni che vagano?
- Gliel'ho detto anche io, dopo avergli indicato il sentiero. Ma quello si è semplicemente messo a ridere, ha ringraziato, ed è ripartito con i.. cosi al seguito.
- Hm. Strano. Ti ha detto il suo nome?
- Non ricordo bene.. Sovrius o qualcosa di simile..

14/02/1015 Area Toro Nigro-Elfi verdi-Costa

Esploratore: "Signore abbiamo individuato i demoni, si muovono velocemente. Stimiamo le 100 unità al massimo, si muovono nella foresta, sono stati visti presso i Toro Nigro del Nord, nelle terre che appartenevano a una tribù di orchi devota al totem dello Sciacallo rosso.
Pare abbiano visitato vari luoghi sacri di quella tribù dimenticata".

Incantatore: "Non una buona notizia, la tribù dello Sciacallo Rosso, con un nome diverso venerava Ecator, credo i demoni stiano facendo l'equivalente del recupero delle salmerie per un esercito che si prepara a una lunga battaglia".

Comandante: "Questo spiega un po'il loro movimento assurdo, ora resta da capire dove vogliono arrivare dopo aver attraversato le terre dei Pitti, degli ogre e degli orchi. Verso la costa per prendere il mare? Verso le terre dei fomori? Verso la cosiddetta Mano del Cielo?

21/02/1015 dopo il tramonto.

E improvvisamente il sonno ti coglie, dopo mille sogni, o forse nessuno vedi una luce, ti svegli e......
GrifoMaster
GrifoMaster

Messaggi : 3755
Data d'iscrizione : 03.01.14

Foglio GDR
I miei personaggi: Grifo da Zenaria, Il Priore Saigorn, Il Barone Valentino La Guardia

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.