Arcana Domine
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.
Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti attivi

Dicerie preludio di sangue (Aprile)

Andare in basso

Dicerie - Dicerie preludio di sangue (Aprile) Empty Dicerie preludio di sangue (Aprile)

Messaggio Da GrifoMaster Sab Apr 05 2014, 09:49



COMUNICATO MASTER

Informazione per tutti: L'area di gioco è divisa in due parti, quella della torre, che fa parte del confine di Loertà (ma abbastanza esterna perché non vi uccidano a vista e anzi potrebbero esserci dei mercanti). L'altra area si trova sul confine tra regno di Loertà, le terre degli orchi e la terra del Sole e delle Bestie. Una terra ricca e contesa da cui però ultimamente tutti si sono tenuti alla larga. C'è di tutto, cacciagione, minerali, legno, fortissimi venti eterici.

Per passare da una parte all'altra serve avere in gruppo un PG con esploratore o cavaliere.
Marinaio funziona solo per lo stesso PG più due persone. Tra un lato e l'altro non potete passare prima che siano passati almeno 10 minuti (se volete allungare il viaggio e volete dare una mano allo staff vi ringraziamo).
In entrambe le aree funziona "duro a morire".

Nota: Rituali di teleport: Se sbagliate a usarli morite, leggeteveli bene. Non sono i master che devono saperli, ma voi che li usate. Rispettando le condizioni potete passare da un'area all'altra.

I PG inizieranno o dalla Torre o dalle Terre Selvagge, per favore arrivate con le idee già chiare.



A scanso di equivoci geografici

https://drive.google.com/file/d/0B7R59wr_uwL4Z0RldVd5c0VaU1E/edit?usp=sharing
Sul confine tra quadrati blu, grigi e arancioni area selvaggia, l'area della torre sul quadrato blu.
Se qualcuno è arrivato per vie acquee, si è fatto kilometri di fiume controcorrente.



DICERIE

20/11/1013

"E quindi la banda di Rog ha tagliato la strada a dei cosi di ferro, esigendo che gli lasciassero il ferro come pedaggio. E' venuto avanti uno di loro sfidando Rog, che ovviamente è partito in carica, gioioso di aver trovato un degno avversario.
Il coso ha preso Rog con una specie di zampa da granchio, che ha ridotto il mio vecchio campione Rog a una cosa pelle e ossi."
"E i suoi orchi che hanno fatto?"
"Il figlio di Rog era nascosto tra i cespugli con alcuni ragazzi, subito è uscito dai cespugli per mietere giusta vendetta...."
"E....?"
"Quelli che sono fuggiti hanno detto che di quei ragazzi è restata solo polvere"
"Verso dove andavano?"
"A Nord, verso gli umani con cui si riesce bene a litigare, dovrebbero già aver passato il territorio orchesco".


Un capo orco di un clan minore e un capo Toro Nigro.

31/03/1014

"No fammi capire bene, anni che la guardia di LeGard cerca di capire dove sta Borgo Teschio e mi vorresti dire che un pretino, neppure dell'inquisizione l'ha scoperto facendo tipo una passeggiata?"
"Si, me l'ha detto mio cugino che fa il chirichetto presso la cattedrale, e ha sentito un monsignore parlare della cosa, credo che non abbia ancora diffuso la cosa perché fatica a crederci pure lui!"



01/04/1014
Shin lascia la sua stanza per fare uno spuntino notturno, in mensa trova Toki, un po'nervoso che mangia.
Toki "Heeem sai... ho fatto uno strano sogno...."
Shin ".....E c'era la regina bianca?"
Toki "Si".




01/04/1014
Un Magus e un allievo in viaggio di addestramento attraverso Loertà

"Maestro, ma che importanza hanno le torri più esterne? Quelle più interne al regno sono più solide e meglio difese." "Vedi Helowin se arrivano grandi numeri di nemici i presenti nelle torri più esterne si ritirano o accendono fuochi per avvisare la vera e propria linea difensiva di confine. Inoltre spesso venono usate come punto d'incontro per commerciare con gli ignoranti popoli esterni che ci vendono ottime pelli per un po'di ferraccio e qualche perlina".




01/04/1014
Terre orchesche, da qualche parte

"Capo capo, ho visto una grossa banda uscire dalla Foresta rossa, molte creature da incubo circa, davanti c'erano un guerriero umano con un armatura verde e un vecchio nano incartapecorito con un mantello nero."



02/04/1014
Da qualche parte sul confine tra il Clan Falco dorato e gli orchi di Kurgo.

"Capo cosa sono quelli, sembrano umani in armatura ma... sono strani, non hanno caldo? E quegli stemmi sono fiamme?"
"Mmmmmh mi paiono i cosi che combattono male ma fanno sparire i valorosi di cui ho sentito parlare, alcuni nostri consanguinei li hanno affrontati, evitiamoli, per ora e sentiamo gli altri".



02-04-1014
In un corridoio della sede dei Magus a Celusir due giovani elfi discutono in segreto:
“Hai sentito a proposito del nobile Eldwjn?”
“No, cos'è successo? So che sta riposando presso I dormitori ai piani superiori”
“Ora ti racconto ma non dirlo a nessuno! Quando sono passato davanti la sua stanza, ho sentito più volte delle grida di dolore provenire dall'interno e il rumore di vasi rotti. Tra l'altro, ho sentito dire che il nobile Eldwjn non vuole che la gente gli si avvicini ultimamente”
“Chissà cosa avrà...”


26/03/1014 in una tenda poco fuori dalla zona antimagia di Passora un grosso essere di metallo avvolto dalle fiamme esce correndo dalla tenda urlando dal dolore.
"ARRGGG IL MIO BRACCIO IL MIO BRACCIO"

03/04/1014


Chiacchiere a palazzo Draghi:
"Stamattina stavo pulendo le stanze di sopra e sento rumori strani... sì, strani, hai capito, no? Pensavo che fosse il signor Filiberto con la nuova moglie, che si dà da fare un sacco... e invece no, poi mi sono accorta che arrivavano dall'ufficio della signorina!"
"Stamattina? Stamattina c'era in visita il comandante Yasu..."
"ma non mi dire..."
"Eh, invece sì che ti dico... quella ragazza non troverà mai marito se va avanti così..."

05/04/1014

Una taverna del porto di LeGard, fumosa e affollata come sempre. Un marinaio senza un braccio che puzza ancora di mare e sudore arriva al bancone e urla la sua ordinazione. Da un tavolo un tizio sfregiato con la mascella rotta lo saluta: il primo solleva l’unico braccio sano e, dopo un’asimmetrica stretta virile, i due sono seduti a parlare davanti a due birre annacquate.
«Sei finalmente tornato, Treppiede, diavolo di un cane lexita. Su quale nave eri imbarcato?»
«Sul Seno di Desdemona, quel tugurio galleggiante che spacciano per nave mercantile. Lex sia lodato per non averci mandato un fortunale in alto mare! Ogni volta si rischia di baciare il fondale per ritirare quelle pelli conciate di quei Pitti che commerciano con noi, ma i Draghi ritengono che siano più pregiate della vita di un equipaggio, che siano dannati.» 
Dopo un po’ di chiacchiere, Mascella Rotta si stuzzica un dente e chiede: «Be’, che notizie interessanti porti, oltre al fatto che paghi tu questo giro di birra?»
«Solita merda di mare, ma ce l’ho un fatto strano da raccontarti. Alla partenza si sono imbarcate con noi alcune Lance Nere. Quello che tra loro aveva una pezzo di carta per il capitano… giuro che non ho mai visto una Lancia Nera peggio in arnese: un tizio tutto scarmigliato, lugubre, con un forte accento celta. Prima volta che andava in mare, durante il viaggio ha vomitato e cacato l’anima, uno spasso per tutti. Poi c’era un giovane biondo che stava in armatura persino in mezzo al mare, e anche…»
«Sì, ma che ci facevano tra i Pitti? Erano parte della merce da vendere?»
«Macché, erano diretti chissà diavolo dove, da qualche parte interna del continente. Quello strano ha blaterato di chissà che missione divina per tutto il viaggio, figurati che stanno cercando ancora il loro comandante De Lupis…»
«Ma se è morto! Gli hanno persino fatto il funerale qui a LeGard, cazzo!»
«Guarda, ti dico solo che il mezzo celta era convinto che non solo è vivo, ma che è alto sette piedi e può sconfiggere i Demoni. Cioè, una volta l’ho visto De Lupis qui al porto… gran guerriero, per carità, ma pur con tutta la buona volontà, io quei sette piedi non li avrei misurati neanche se fosse stato in sella ad un cavallo.»
«Be’, alla fine?» chiede Mascella Rotta, finendo la sua birra.
Treppiede scola il suo boccale e sputa per terra. «Insomma, alla fine li abbiamo scaricati sulla costa da qualche parte, su uno scoglio infame che aveva scelto quello là: se ne era venuto fuori che secondo Gaia erano quasi arrivati. Mah. Senza uno straccio di mappa, in mezzo ai selvaggi, in cerca di uno che è già morto… Vedrai che, al prossimo carico, troveremo la loro pelle tra quelle conciate che i Pitti ci venderanno!»



06/04/1013

Continente. Strane voci si diffondono tra i cacciatori. Sono stati trovati alberi secolari divelti dalla loro radici, e alcune persone, impazzite, parlavano di un drago nero, o di un serpente nero, prima di morire tra atroci sofferenze.
Fatti casuali, separati, per i cacciatori, divisi in piccoli gruppi e villaggi....

.... ma i mercanti, che si muovono di posto in posto, notano qualcosa di diverso. Hanno ascoltato le varie voci, parlano fra di loro, e hanno notato che tutti questi fatti osculi si stanno MUOVENDO, lentamente, da ovest a est, come con una meta....

07/04/1014

Da qualche parte sul confine tra il Clan Falco dorato e gli orchi di Kurgo.

"Come sarebbe a dire che avete visto qualcosa di spaventoso e non sapete dire cos'era!" I seguaci del grande capo, gente dura e grintosa che spesso aveva visto in faccia la morte guardarono il loro interlocutore, quasi dubitando del loro stesso racconto.
Giunse lo sciamano "Grande capo una forte malia ha colpito la parte più ricca delle nostre terre, una malia di tenebra e morte, una buona malia ma di breve durata. Sicuramente vili trucci dei nostri ancor più vili confinanti".


08/04/1014

All'accademia dei Veri Nomi, il Maestro delle Evocazioni sta consultando delle mappe del continente, assieme a uno dei suoi Assistenti.
Sulla mappa compaiono delle onde e delle luci, come di venti e nubi che si spostano e si accumulano.
"Ecco, vedi? un fronte arcano si sta radunando nel continente. Una zona Cicloeterica sembra sarà manifesta per un giorno, forse due al massimo qui, vicino alle terre degli elfi."
L'assistente guarda la mappa, e sposta alcuni cristalli vicini ad essa, mentre le luci in essa si spostano "Quindi, Maestro, direi che posso andare a scriverle e metterle in bacheca?"
Il maestro sorride soddisfatto " Si, si. Il 19 cm qui, nel continente, ci sarà una zona di forti Venti eterici concentrati, quasi ciclonici, con zone di concentrazione arcana sparse e annuvolamenti sparsi. Rischio di evocazioni spontanee, generazione di stille verso il pomeriggio e venti moderati da nord ovest, direi"

10-04-1014
Sulla Torre di guardia al confine
"Ultimamente ci son poche persone che girano qui vicino..."
"L'hai notato? Il capitano m'ha detto che gli eploratori hanno trovato un nuovo villaggio qui vicino"
"Speriamo bene"
"A quanto m'ha detto è un posto tranquillo... era ora che questi cavernicoli iniziassero a civilizzarsi"

11/04/1014

Due ranger elfi spiano da un nascondiglio, quando uno fa all'altro "Hei! Quelli non sono dei fomori simili a quelli che si son visti sull'Isola spezzata? Che ci fanno vicino ai nostri confini?
GrifoMaster
GrifoMaster

Messaggi : 3755
Data d'iscrizione : 03.01.14

Foglio GDR
I miei personaggi: Grifo da Zenaria, Il Priore Saigorn, Il Barone Valentino La Guardia

Torna in alto Andare in basso

Dicerie - Dicerie preludio di sangue (Aprile) Empty Re: Dicerie preludio di sangue (Aprile)

Messaggio Da palabil Ven Apr 18 2014, 00:29

Confini di Mirabilia. 13/4/1014
Tertius,il Libero Argenteo esploratore, sta tornando in città dopo aver vagato vari mesi nel mondo. Accanto a lui, accompagnandolo, un elfo pallido
"Ma dimmi, Sillas. Come mai voi mortali diffondete storie così assurde, e vi piace crederci? In varie terre, pensa, c'è chi dice che Mastro Voltus stia cercando dei Mutanti ovunque, che stia facendosi portare creature mutanti in laboratorio, che stia raccogliendo agenti mutageni anche con metodi loschi e che si sia fatto donare da Lord Nemesis addirittura un Ratto Taglia Forte! Che cose assurde, vero?" La creatura argentea sorride, ed è felice mentre torna verso quella che chiama casa, già pregustanto la futura partenza per un altro viaggio.
Ed è per questo che le ci vuole un minuto per accorgersi che il suo compagno di viaggio è silenzioso, e d'umore tetro.
"Cosa c'è, Sillas? Ho imparato abbastanza di voi da capire che sei a disagio. Parla senza timore!"
L'elfo sta zitto un po', poi, lentamente...."Beh, Tertius.... L'RTF l'ha portato in laboratorio, e anche le altre cose..... Sembra stia bevendo più del solito, o forse cose diverse..... Alcuni dicono dorma solo un'ora a notte, insomma....."
Tertius si ferma, e lo guarda serio "Insomma?"
"Insomma, lo sanno tutti a Mirabilia, e alcuni anche fuori. Voltus sta creando altri rituali. Sta facendo altre ricerche. E speriamo non faccia altri casini stavolta."


Continente, in uno sperduto villaggio di elfi verdi
14/04/1014
Voci si susseguono nel villaggio da un po' di tempo.
Due elfi discutono a proposito di un avvenimento innovativo
"Ehi Aerandir! Hai sentito quel che dicono gli anziani? Pare che avremo finalmente un porto!"
"Ho sentito eccome Gaerys! Pensa che non volevo crederci all'inizio, ma poi sono andato fino alla costa ed ho visto delle navi ancorate e dei tizi che martellavano e lavoravano come dei matti!"
"Pensa che quello a cui dobbiamo tutto si veste da donna!"
"Una donna?"
"Massì ti dico è incredibile, un uomo che si veste da donna, ma cavoli se mena!"
"Sai da dove vengono?"
"Penso che siano del mare vicino... il loro stemma era un delfino."

In una palude, 15/4/1014
"Mi manchi..."
"Con chi stai parlando padrone?"
"Con nessuno buon giullare... con nessuno ormai..."
"Ma stai piangendo padrone!"
"No, non ti preoccupare Gnain. Ci sono altre cose per cui piangere."
"Ti farò sorridere io! Pensa a quante persone soffriranno!"
"Questo non mi fa sorridere... solo quest'erba ci riesce..."
"Devi essere lucido per la tua missione, padrone."
"Lo sarò. È arrivato quel nano. È ora. Ce n'è di strada fino alle terre dei pitti."


Confine del territorio Toro Nigro,16/04/1014
due guardie stanno parlottando mentre eseguono la ronda.
"Strano, è da un po' che non si avvistano fomori da queste parti.."
"Si, ma neanche orsi, ed esploratori degli elfi, di solito uno per mese lo incrociavi..."
All'improvviso videro una sagoma venire avanti verso di loro.

"Altolà, chi valà?"
"Identificati!" aggiunse l'altra guardia.
"Levatevi dai coglioni, insulti al Membro che non siete altro!"
I due orchi si guardarono, e liberarono immediatamente la strada. Conoscevano quella voce, la conoscevano eccome.
"Chiamate i druidi del fuoco, razza di deficienti,che ormai il villaggio di elfi invasori puzzerà da morire.Seguite quella strada in mezzo al bosco, non restate a guardare, guadagnatevi la vostra cazzo di paga"

Arrivati al villaggio, videro pezzi di elfo sparsi da tutte le parti ed alcentro un cerchio rituale.
Il druido parlò a voce sommessa "Allora questo è ciò che intendeva Hydrall quando diceva che l'onta a Gaia va lavata col sangue".

Torre dei LaGuardia dell'Est, 17/4/14
Due militi LaGuardia dell'Est osservano l'Estasiata di Alara andarsene a cavallo con la sua scorta
-G'ho mia capìo parchè n'ha tocà farla entrar
-I a dita che iera ordine de quel Shin..
-E lu ne comanda noantri idess?
-A mi o domanditu? Oh, varda che i ne ciama
Un terzo milite arriva trafelato
-Tosi vegnè co mi, l'è el mago elfo checca che l'è partìo!
-Partìo? Scampà?
-No, de testa! Son entrà a vardarlo dopo che la tizia de Hexarcus femena l'è vegnesta forà e l'ho trovà in un angolo a piander, tegnendose i denoci..
-Eh bon Lex.. Namo a ciorlo e portemolo a rilassarse coi porzei va..

Kvelderhrafn 17/4/14

- Fermo qui straniero, chi siete?
- Il mio nome è Shin Yasu sono qui per parlare con il priore Saigorn, so che è ospite da voi. Chiedo il permesso di entrare nel villaggio.
- mmmmhh aspetta qui....
- Entra pure straniero in gonnella.
palabil
palabil

Messaggi : 396
Data d'iscrizione : 11.01.14

Foglio GDR
I miei personaggi: Corax Angelorum membro chiesa della sacra mano/ Sir. Anton Goriani La Torre

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.