Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» L'emozione più grande - Lord Zaccaria Cassandra e Lady Erzsebet Ghim Cassandra
Sab Giu 23 2018, 12:35 Da Sentrem

» Predica di un nuovo Indice Bianco - Lord Zaccaria Cassandra
Sab Giu 23 2018, 12:26 Da Sentrem

» Fine campagna Isola spezzata
Ven Giu 22 2018, 11:46 Da GrifoMaster

» Armi da lancio
Gio Giu 21 2018, 08:07 Da GrifoMaster

» Nuovo crafting. Singolo o multiplo?
Mer Giu 20 2018, 11:30 Da Mitico-Gian

» Buonsalve
Mer Giu 20 2018, 10:17 Da Jessica

» DICERIE - L'Orgoglio del Duca
Mar Giu 19 2018, 21:14 Da Medea

» COMITATO AMBIENTALE, "L'orgoglio del Duca, giugno 2018
Ven Giu 15 2018, 19:24 Da Oedhen

» Lame della Memoria - Anonimo
Mer Giu 13 2018, 23:47 Da Sentrem


[il mondo] I Salman

Andare in basso

[il mondo] I Salman

Messaggio Da GrifoMaster il Mer Gen 22 2014, 11:06

In attesa di riscrivere e sistemare tutto il BG del mondo metto qui la prima riscrittura del BG salman.
Tutte le informazioni sono già ufficiali, anche se richiedono alcune aggiustatine.


Salman ha scritto:CRONOLOGIA


-200:Nesce a Eiba Salman futuro profeta.

-140: La terra della Luna è riunita sotto il nome di Salman.


Religione: Salman nacque 200 anni prima della guerra delle ere, Dopo essersi trovato disperso nel  
deserto ebbe una serie di visioni o fu accolto nella dimora degli dei (ci sono visioni discordanti) dopo mesi tornò a casa con sei rotoli: i Sei venerabili rotoli della rivelazione.
Da questi rotoli il profeta prese i fondamenti della nuova religioneSalman, in seguito scrisse i Due rotoli del profeta creando un totale di otto rotoli.  
Dichiarò di essere un dio e a partire dalla città mercantile di Eiba riunì sotto la sua guida l’ intera  
terra della luna che da lui in seguito prese il nome di Salman.  
Salman si fece sepellire con dei fedelissimi, si narra che fece un enorme rituale sacrificando tutti i  
partecipanti, se compreso, e che grazie a questo ora tutti siano immortali.  
Nacque così la desolazione chiamata ira di N’taar
La religione dei salman è chiamata "dettame degli otto rotoli".
Una della particolarità della religione è che il paradiso è uno solo, mentre gli inferni sono uno per divinità.

PHANTEON SALMAN
I principali dei sono:

N'taar il dio sole: appare come un nobile umano dagli occhi dorati o come bove che porta con se una sfera dorata. Padre degli dei e della nobiltà e della grande nobiltà, trascura chi non è nobile o dotato di grandi talenti.

Kutmà l'ispiratore di emozioni: appare come un dio serpente o un fanciullo dall'aspetto androgino, è un dio legato a sessualità, amore, arte, cultura e desiderio di conoscenza.

Nonbé il portatore delle catene: Appare come un massiccio uomo dalla testa di rinoceronte, signore del regno dei morti e patrono dei mercanti e delle trattative. Molto amato dai burograti.

Hassam il latore di morte: Appare come un uomo dalla testa di sciacallo cornuto è il patrono di chi porta la morte, dei cacciatori e della ferocia. Spesso viene invocato per avere aiuto in momenti di brutale rischio o violenza. E'anche il dio a cui è devoto il culto degli assamiti.

La Signora dei miraggi detta anche la dea: Dea della conoscenza, il cui culto è proibito nell'arcipelago Malya e nell'area di Stigia, tradizionalmente è servita da sacerdotesse filosofe dotate di squisita cultura.

Entroph: Dea dalla testa di avvoltoio signora della morte, della pestilenza e della fame. Viene spesso invocata per contrastare tali fenomeni, è una delle dee a cui i famosi medici salman fanno più offerte.

I fedeli salman seguono tutti il Dettame degli otto rotoli, ma sono frammentati in numerose sette, ciascuna ha sue divinità o rifiuta alcune delle divinità maggiori e spesso le mitologie delle varie sette sono contrastanti.









Storia: L'area conosciuta come Salman comprende una gigantesca penisola e una grossa fetta di deserto. In era antica quello che oggi viene chiamato "popolo salman" era composo da vari regni, protetti da incursioni esterne dal deserto e dal mare. Il territorio era diviso tra vari regni, spesso in guerra.
Già allora però spiccavano centri di profonda cultura sia tecnologica che filosofica.
Intorno agli anni 400 P.G.E. Iniziò un notevole declino dei vari regni causato anche dalle sconfitte subite in mare da altri popoli, dotati di tecnologia navale superiore. Il territorio salman si ridusse a un ammasso di città stato e territori tribali, con pochi nuclei di eruditi che cercavano di mantenere le conoscenze e il sapere del passato e di ottenerne di nuovo.
Solo nel 140 P.G.E. Il territorio fu riunito dopo una rivoluzione culturale, religiosa e militare capeggiata dal santo profeta Salman I. La capitale e città sacra inizialmente fu Eiba.
Dopo la morte di Salman il titolo di Sultano passò al figlio Salman II, proprio nel pieno della Guerra delle Ere. Salman II ignorà completamente quanto capitò all'esterno del suo regno, potenziando invece estremamente la flotta militare e spostò spesso la capitale per meglio seguire il potenziamento del suo impero.
Salman II potè sfruttare la debolezza di molti altri popoli a causa della grande guerra e non mancò di inviare navi schiaviste e da guerra per aumentare la sua ricchezza e la forza lavoro al servizio del suo popolo.
Nel frattempo favorì grandemente i sapienti e i burocrati, creando delle torri e dei luoghi di raduno dove questi potessero confrontarsi e condividere conoscenza.
Nel momento di massimo splendore del suo regno fu assassinato assieme a una sua concubina da un genio del fuoco, un effiti. Si fecero molte ipotesi su chi avesse ucciso l'amato sultano, nessuna fu chiara.
Nelle aree dove i guerrieri poco amavano i burocrati che sempre di più acquisivano potere la cosa venne usata come scusa per ammazzarne a centinaia, assiene a vari sapienti scomodi.
Salman III appena salito al trono, noto per le sue idee affini a quelle paterne trasferì la capitale nella costa e organizzò un esercito.
Le popolazioni guerriere proposerò al fratello del nuovo sultano; Amjad di diventare nuovo sultano, sostituendo l'indegno fratello da loro rinominato "L'Indegno".
Amjad accettò, dandosi nome Salman il rosso.
Iniziò così una guerra civile che divise il territorio salman in due regni guidati da due sultani:
Il regno di Stigia governato da una forte nobiltà guerriera devota al dio Hassam di dimensioni minori e sito all'interno del territorio, fortemente basato su città agricole costruite sul grande fiume Stige.
Il regno del Serpente governato da burocrati e saggi ma non esente di validi guerrieri in cui il culto basato sugli otto rotoli era seguito in modo più ortodosso.
Lo scontro andò avanti per tre generazioni, il potere dei marajà venne usurato dallo scontro e da vari fratelli che di fatto o addirittura ufficialmente crearono regni completamente staccati.
Tre generazioni dopo la divisione il Regno del Serpente collassò a causa di conflitti interni e il Regno di Stigia ne approfittò con ferocia. Mentre la conquista avanzava alcuni assassini colpirono, spesso a costo della propria vita. Il sultano di Stigia e tutti i suoi figli e consanguinei diretti furono uccisi. Gli assassini, spesso drogati per avere maggiori capacità urlavano lodi ad Hassam e ritenevano di aver ucciso coloro che avevano offeso e tradito gli otto sacri rotoli.
La morte di tutti i discendenti diretti del Profeta nel regno di Stigia fu un colpo terribile, iniziarono scontri interni.
Il risultato fu che il territorio di Salman restò a lungo frammentato, riunendosi sotto un Marajà solo temporaneamente per affrontare varie crisi.




Note varie:

Il nome Salman e derivati sono diffusissimi tra i nobili Salman, ne esistono così tanti che diventa  
implicitamente d’obbligo un aggettivo identificativo (tipo Salman cinquantesimo il nero o il grasso)  
I popoli di questa terra sono chiamati salman o mori.  


Geografia: Salman è il nome di una terra a forma di falce di luna, in parte penisola in parte costa  
con da un lato irte montagne (chiamate "Muro di N'taar").
Oltre le montagne ci sono le terre barbariche, più precisamente una zona desertica conosciuta come  
Deserto della Morte  

La regione del serpente zona resa fertile dal fiume Kutmà, la più civilizzata e quella dove arti e  
piaceri e conoscenze sono più diffusi, innumerevoli stranieri vengono a visitare le biblioteche,  
ammirare le imponenti statue e le raffinate opere e a intrattenersi presso i pregiatissimi bordelli  
La regione dello sciacallo (il deserto)  
La regione del leone (monti e zone affini)  
La regione dell’avvoltoio rosso: bagnata dal fiume stige, è una regione di continui conflitti, valorosi guerrieri, grandi città e florida agricoltura.
La regione del sole nascente sta sulla costa meglio navigabile, posizionata verso fargan.
La regione del cavallo bianco: sta sulla costa posizionata in direzione dell'arcipelago Malya, ci sono vari altipiani e scogliere, pur non mancando aree portuali. Il nome viene sia dalle onde del mare che dagli splendidi cavalli qui allevati.


-il sultano in teoria dovrebbe essere uno e discendente di Salman I il possente, in realtà il territorio  
di Salman è un casino allucinante, quando qualcuno eredita c’è la tendenza a eliminare molti  
parenti, in particolare fratelliode evitare ti piazzino un pugnale tra le scapole.  
D’altro canto serve pure qualcuno per gestire un territorio, e questa è una delle ragioni per cui molti  
satrapi sono eunuchi, un uomo “incompleto” può gestire il potere per conto di un vero uomo ma non  
può mai prenderlo  
-Sarebbe da decidere un nome per la religione  
-dio sole è la divinità più potente, ma si cura solo delle anime più importanti, le altre le lascia agli  
altri dei e ai suoi figli (Sultani già morti compresi), quindi tendenzialmente la gente si dedica alle  
altre divinità.  
L’arte pare sia dono del dio sole però.  
-Non esiste un culto organizzato unico le varie sette sacerdotali (legate a una divinità o più spesso in  
vario modo all’ intero phanteon), il fato delle sette può cambiare sia per ragioni politiche che per  
scontri religiosi  
-La Jhiad è la guerra sacra, tutti i dissidi interni devono essere tralasciati nel nome della jhiad  
I nobili sono in ordine Sultano, Marajà e Shià, i satrapi sono funzionari pubblici legati direttamente  
a un sultano.  
Un sultano in teoria equivale al titolo di imperatore di tutto salman

Organizzazioni importanti:

Assamiti: Setta religiosa devota in modo assoluto agli Otto rotoli, nata in origine da sacerdoti e guerrieri del fu Regno del Serpente. Sono particolarmente noti per i loro assassini, che spesso invocano Hassam e fanno largo consumo di droghe per ignorare la paura e aumentare la resistenza al dolore. In realtà si tratta di una realtà vasta e ramificata per quanto segreta.
E' risaputo che ci sono delle fortezze nascoste della setta, ma distruggerle non danneggia troppo l'organizzazione che comprende sacerdoti, mercanti, nobili e altro.

Magi o stregoni: noti sono i maghi salman, esperti nell'astrologia, nell'evocare geni elementari o degli inferi, nelle scienze mediche. Spesso hanno loro torri o addirittura fortezze.
avatar
GrifoMaster

Messaggi : 3504
Data d'iscrizione : 03.01.14

Foglio GDR
I miei personaggi: Grifo da Zenaria, Il Priore Saigorn, Il Barone Valentino La Guardia

Torna in alto Andare in basso

Re: [il mondo] I Salman

Messaggio Da Robur il Mer Gen 22 2014, 13:34

Sarebbe da aggiungere con priorità un pezzo anche sui Malya per avere chiare le idee su chi sono
avatar
Robur

Messaggi : 736
Data d'iscrizione : 10.01.14
Località : Trieste

Foglio GDR
I miei personaggi: KUMA il divoratore di divoratori

Torna in alto Andare in basso

Re: [il mondo] I Salman

Messaggio Da GrifoMaster il Mer Gen 22 2014, 15:13

avatar
GrifoMaster

Messaggi : 3504
Data d'iscrizione : 03.01.14

Foglio GDR
I miei personaggi: Grifo da Zenaria, Il Priore Saigorn, Il Barone Valentino La Guardia

Torna in alto Andare in basso

Re: [il mondo] I Salman

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum