Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» Ringraziamenti TRAME DI SETA
Il Cavaliere Dorato - Ser Erad EmptyIeri alle 14:57 Da Picci

» Ritrovo a Rock Riders
Il Cavaliere Dorato - Ser Erad EmptyGio Nov 07 2019, 02:48 Da GrifoMaster

» assemblea plenaria dei soci 23 novembre 2019
Il Cavaliere Dorato - Ser Erad EmptyMer Nov 06 2019, 15:13 Da Lord_Khazard

» COMITATO AMBIENTALE - IDD Trame di Seta 9-10 Novembre Villa Vardao (PN)
Il Cavaliere Dorato - Ser Erad EmptyMar Nov 05 2019, 21:40 Da Nuyu94

» Documentazione PDF
Il Cavaliere Dorato - Ser Erad EmptyMar Nov 05 2019, 10:26 Da mrk87x

» Domande, dubbi e chiarimenti sul REGOLAMENTO
Il Cavaliere Dorato - Ser Erad EmptySab Nov 02 2019, 15:18 Da Sentrem

» Riforma del terzo settore
Il Cavaliere Dorato - Ser Erad EmptyLun Ott 28 2019, 08:49 Da Crispino

» Domande & Risposte Carovana
Il Cavaliere Dorato - Ser Erad EmptyLun Ott 21 2019, 10:57 Da GrifoMaster

» DICERIE - Il Segreto del Drago
Il Cavaliere Dorato - Ser Erad EmptySab Ott 12 2019, 15:30 Da Medea


Il Cavaliere Dorato - Ser Erad

Nuovo argomento   Argomento chiuso: non è possibile pubblicare risposte

Andare in basso

Il Cavaliere Dorato - Ser Erad Empty Il Cavaliere Dorato - Ser Erad

Messaggio Da Sentrem il Ven Mag 03 2019, 19:11

-La richiesta che le avevo fatto?-
-Concessa.-
-Parto domani mattina…-


All'entrata del Pinnacolo dell'Essenza, un forestiero arrivò in tarda serata, aveva un bagaglio molto ingombrante, la guardia fissando il bagaglio, pensando che un solo uomo non potesse portarlo, gli chiese chi fosse, ma lui rispose solamente:
-Aspetto la sapiente Aurora.

Poco dopo arrivò Aurora, che lo accolse con un sorriso e lo accompagnò all'interno.
-È un caos, come mi avevi raccontato qualche giorno fa…-
-Nei prossimi giorni verrò a capo di questo disastro, ma fino ad allora, se avessi bisogno di qualcosa…-
L’elfa si soffermò a soppesare le parole, mentre camminavano all’interno del castello.
-Vorrei dirti che sai dove trovarmi, ma faremo prima a incontrarci al Giardino dell’Essenza.
Fino a domani questa sarà la tua stanza, riposati ora, domani mattina ti porterò da lei.-
-Grazie.-

L'indomani Aurora fece non poca fatica a ritrovare la via per l’esterno, ma con suo sommo stupore il cavaliere di bianco vestito era già pronto all’entrata dei giardini.
-Vieni, so cos’hai in mente Erad, sono molto felice di essere complice in tutto ciò.-
Lui la seguì silenzioso con un sorriso teso.

Isibeal si stava esercitando con l'arco, ignara dei discorsi dei due. La videro scoccare anche l’ultima freccia e infine godersi la fresca brezza primaverile dall’ombra di un grande sacile.
Un istante dopo, un fruscio lieve e, come dal nulla, comparve davanti a lei Ser Erad in ginocchio; una veste bianca e con risvolti d'azzurro intenso con un mantello bianco candido, impeccabile; teneva un anello in mano, sembravano tre anelli disgiunti, ma intrecciati di tre colorazioni diverse: dorato, bianco e argentato.

E: - Mia amata non riesco più a non pensarti, essere lontano da te mi rende triste, ho passato dei bellissimi momenti in tua compagnia e vorrei fosse per sempre, vuoi sposarmi?


Alla caserma dell'O&S

Ser Erad si prensentò all'entrata, i soldati di guardia gli dissero che il tenente colonnello Hasaki lo stava aspettando.
Mentre percorreva la caserma, sapeva esattamente dove andare, in fondo aveva fatto ben sei mesi là, incrociò perlopiù facce sconosciute, ma anche conosciute come Samuel il Lexita, Faramir e Nuyu i non morti e Mirka che si fermò a salutare con piacere.
Quando Faramir e Nuyu si allontanarono, lasciando Erad e Mirka soli, le chiese se le andava ancora di aiutarlo a fare quel lavoro, Mirka rispose che lo avrebbe aiutato molto volentieri, però in cambio anche lui avrebbe dovuto aiutare lei.
Hasaki lo attendeva nella stanza del tenente colonnello:
H: -Ser Erad siediti!
E: -Tenente Colonello, sono venuto qui per imparare meglio le tecniche di spada a 2 mani.
H: -Sempre Dritto al punto, Eh!? Dal contratto stipulato non posso dirti di no, ma dovrai vivere qui qualche giorno.
E: -Starò qui il tempo che serve! Signor Tenente Colonnello!
H: -Bravo soldato in prova! Ora vai a sistemare le tue cose!
E: -Sissignore!
I giorni seguenti Hasaki in persona lo allenò fino a sfinirlo ma Erad non si lamentò mai.
Quando era in pausa chiaccherava con Faramir e Nuyu o Mirka, chi lo incrociava gli offriva sempre birra ma lui puntualmente rifiutava.
Tutta la caserma lavorò per cercare di fargli bere birra o acqua di frontiera, ma lui non beveva mai, non riuscivano a capire come facesse ad andare avanti così, pensarono che gli fosse stata fatta una magia che gli permettesse di non bere.
Quando l'addestramento fu concluso ringraziò il Tenente Colonnello Hasaki con tutta la truppa, e dopo qualche passo verso l'uscita, si voltò verso di loro e da sotto l'armatura tirò fuori una borraccia, larga come la pettorina dell'armatura dorata ma sottile, la consegnò al soldato di guardia e si fece una grassa risata, andandosene.


Barge,
Dopo circa 10 giorni Ser Erad tornò alla dimora di Lord Zaccaria Cassandra.
- Erad comè andato il viaggio?
- Ne discuteremo a cena mio Lord

Sentrem

Messaggi : 229
Data d'iscrizione : 11.02.14

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Puoi rispondere agli argomenti in questo forum