Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» Verbale Riunione Consiglio Direttivo - 5/06/2019
Dicerie "Incendio Bestiale" EmptyOggi alle 16:46 Da Mitico-Gian

» Ringraziamenti INCENDIO BESTIALE
Dicerie "Incendio Bestiale" EmptyOggi alle 12:32 Da Ghestar

» Domande & Risposte Carovana
Dicerie "Incendio Bestiale" EmptyOggi alle 08:15 Da GrifoMaster

» Domande, dubbi e chiarimenti sul REGOLAMENTO
Dicerie "Incendio Bestiale" EmptyIeri alle 10:08 Da Lainon

» La spaccatura
Dicerie "Incendio Bestiale" EmptyIeri alle 01:59 Da Apocalyptico

» I gruppi base
Dicerie "Incendio Bestiale" EmptyIeri alle 00:33 Da Robur

» Prime comunicazioni
Dicerie "Incendio Bestiale" EmptyMar Giu 11 2019, 15:59 Da GrifoMaster

» Le cronache della Carovana - news!
Dicerie "Incendio Bestiale" EmptyMar Giu 11 2019, 12:39 Da Apocalyptico

» Comitato Ambientale
Dicerie "Incendio Bestiale" EmptyDom Giu 09 2019, 17:18 Da Oedhen


Dicerie "Incendio Bestiale"

Andare in basso

Dicerie "Incendio Bestiale" Empty Dicerie "Incendio Bestiale"

Messaggio Da Linz il Dom Apr 07 2019, 12:52

Quarto giorno del secondo mese, Fortezza
La sala d’armi, solitamente ordinata e composta, era ora ingombra di una moltitudine di vesti, averi e armamenti disposti sul pavimento. Due uomini l’uno basso e corpulento, l’altro alto e slanciato stavano chini su un tavolo; un’immensa mappa dell’Isola vi era dispiegata sopra e diverse linee tracciate convergevano verso la città di Esra, quasi a voler incidere la carta sottostante.
“Ah! E dimmi amico mio, com’è andata? Dimmi che ti sei divertito quanto me!”
La figura più slanciata aveva una voce leggermente incrinata, ma solo un compagno avrebbe notato la lontananza dalla sua solita giovialità.
Il nano lo osservò con un espressione rabbiosa, ma che si stemperò subito in una serie di insolenze.
“Come vuoi che sia andata, tu e le tue idee idiote! Uno scontro dietro l’altro, non finiscono mai quegli esseri putridi. Escono da quella Voragine maledetta: non sono animali, non sono non-morti, non sono esseri visti su questa terra..io non so cosa siano; so solo che abbiamo perso circa dodici soldati e due comandanti..”
L’umano si poggiò una mano sul volto carezzandosi la barba.
“Non ci voleva, ma era una cosa che dovevamo fare.. e poi un simbolo è inutile se non viene esibito!”
Un pugno sul tavolo fece risuonare la stanza.
“Dovevamo?! Recuperare quella mer...”
“Aahah non dire così Hargorin! Sono averi! Sono ricordi! Sono cose importanti per qualcuno! E quindi sono importanti per me.”
Il nano nel sentire nuovamente la risata sguaiata si adombrò.
“Se almeno ogni tanto smettessi di ridere per stupidaggini…”
“Ma lo sai che rido perché va tutto bene! È il mio modo per ricordarlo..”
“Ah sì?!?! E quando le cose andranno male anche per te cosa farai?!”
“Aaaahaha ma non è ovvio? Riderò più forte!”
“...se ne sei convinto tu Barger…ora di tutta quella roba che ne dobbiamo fare?”
Il fuoco scoppiettò allegro nel grande camino, in contrapposizione all’aria greve e pesante.
“Falla dividere secondo le città di appartenenza e manda dei messi in ogni città! Che le famiglie abbiano indietro gli oggetti appartenuti ai propri cari, gli dobbiamo almeno questo..che capiscano cosa sta arrivando, che capiscano che io.. NO, che LA FORTEZZA non li abbandonerà!”

In tutte le città dell’Isola, ultimi giorni del terzo mese
Un banditore salì sulla pedana dove venivano solitamente emessi gli editti cittadini.
“UDITE! UDITE! La Fortezza chiama a raccolta tutti coloro che abbiano il coraggio, la voglia e l’ardire di aiutare l’intera Isola contro le creature che stanno imperversando in essa.
Difficoltà e asperità possono essere incontrate, ma non temete vi saranno anche anche conoscenza e gloria.”
La folla rallentò appena il cammino, poi il banditore sospirò e urlò infine.
“L’aiuto di chi vorrà partecipare verrà ricompensato.”

Nella sala del trono del palazzo Helder a Kondreas, secondo mese
“Mia Signora! Scusate c’è un messo alla porta.”
“E quindi?! A me cosa dovrebbe interessare? Guarda te questi come si allargano!”
“Ma mia Signora, sta portando notizie dai vari corpi di guardia sulle mura!”
“Ah...e cosa aspettavi a dirmelo Falka?”
“E’ Falke.”
“E io cos’ho detto! Fallo entrare!! Cosa devo fare tutto io?”
“Ma è lei la regina..”
“Hai detto qualcosa?”
“No mia Signora! Lo faccio subito entrare! Oggi la sento più isterica del solito..” disse l’ancella a mezza voce ed andando ad aprire la porta.
“E allora?”
“Mia regina! Non sembra vogliano attaccare, sembrano gruppi in esplorazione. Non appena cerchiamo di avvicinarci si allontanano, per poi ritornare quando rientriamo nelle mura.”
“Ci stanno tenendo d’occhio dunque, mmm grazie. Porta questo messaggio anche alla Torre Fuliggine, poi torna tra gli spalti. E non esitare a correre qui se la situazione dovesse cambiare.”
“Si mia Signora!”
“Mmm chissà come sono messe le altre città, spero diano fuoco a Frona!”
“Signora!”
“Ma no Falka non sto mica dicendo sul serio.”
“Falke. Sì signora!”
“Vorrei anche sapere come sta la mia amica...”

Caserma di Krig a Sedrak, secondo mese
“Sono vicini mia regina, sfuggenti e infidi non ingaggiano battaglia, rimangono ai piedi dei monti Zeppi al confine, dobbiamo far muovere l’Unica?”
Elena dall’alto della torretta a sud-est osservava ben più distante.
“Dove si sta muovendo il grosso di questa putrida piaga?”
“A Esra mia signora..”
Un espressione soddisfatta percorse il volto della donna.
“Irrobustiamo le difese delle vie verso Kondreas, prepara gli armati a far saltare i ponti verso sud se servisse. Fate che nessuno di quelle schifose creature tocchi un solo sedrako finché l’Unica avrà respiro. Sono stata chiara?”
“Signor Sì, signora!”

Confine nord-est della Repubblica di Frona, secondo mese
Nelle verdi vallate in mezzo ai monti, un gruppo di pastori, porta in giro il proprio bestiame.
“Willie! Muoviti con quella mandria!”
“Si capo!”
“Herbert, spostati col cavallo a destra, rischiamo che i bufali ci scappino verso quel sentiero!”
“Si capo, ehi Willie!”
“Che c’è?”
“Un vitellino si è isolato, vallo a recuperare!”
“Corro subito!”
“E’ proprio sbadato quel bestiale…”

Dopo pochi minuti

“CAPO!”
“Che hai combinato Coyote, dov’è il mio vitello?”
“E’ stato preso da dei… dei…”
“Per gli Dei, Willie, parla!”
“... dei…. dei….”
“COSA? Willie, o rispondi o ti taglio la gola qui e adesso!”
“Quelli!”
“Per l’Amor di Valesia, che diamine sono quelli? E soprattutto, dov’è il mio vitello?”

Sede principale A.d.A.e.S., ufficio del Factotum, metà del quarto mese
“Hargorin, qual buon vento vi porta nel mio ufficio? Il rigattiere le dà ancora fastidio con i suoi scherzi?”
“Bando alle ciance, sapete quali sono i problemi che stanno imperversando nell’isola!”
“Problemi? Io vedo solo possibilità, nulla è impossibile, solo improbabile, piuttosto e anzichenò!”
“Veniamo al dunque, sono venuto qui di fretta per chiederti di seguire i novizi nella loro missione nell’isola Furiosa, si sa mai che abbiano bisogno del tuo aiuto.”
“Mio caro, è molto più probabile tutto il contrario: che Io abbia bisogno di loro, o per meglio dire, di quel che potrebbero diventare. E sia, preparo il necessario e mi teleporto subito a Ponte, e per le risposte, te le porto! Piuttosto e anzichenò!”
“... Vecchio pazzo, torno ad aiutare Sonny.”

Ai confini di Hara
Due cavalieri di Seju nelle pianure del Lael, a cavallo di due maestose bestie.
“Dobbiamo riferire alla Rotonda!”
“Quei bastardi sono sempre più vicini, ma sono codardi e continuano a battere in ritirata!”
“Inseguiamo quei bastardi!”
“No, cautela, non sono questi gli ordini che abbiamo ricevuto!”

Sui bastioni di Esra, primi giorni del quarto mese
“Amico mio hai notato? Un folto gruppo di mostri si sta staccando dal grosso dell’esercito e si dirige verso l’Isola Furiosa..”
“E quindi? Che ci dovrei fare io? Se l’ira di Boden si abbattesse su di loro mi farebbe felice, comunque io non posso stare qui e seguire contemporaneamente quello schifo e nemmeno tu puoi, hai molte capacità, ma non quella di trovarti in due posti nello stesso momento.”
“AH! Allora manderemo i giovani! Che si temprino con i lapilli mentre noi gestiamo l’eruzione.”
“Se ne sei convinto. Sì, sarà un buon inizio per loro, la risposta alla chiamata è stata fruttuosa! Meglio mandare qualcuno ad accompagnarli però prima che ci lascino le penne prima di arrivare con un piede nella Furiosa...
“Bravo il mio nano da guerra!”

Su un grosso galeone nero e dalle bianche vele
“CAPITANO!! CAPITANO!!”
“Che hai da cianciare così forte maledetto mozzo senza palle?”
“La perg…ehm, scusate capitano..”
“Quante volte te lo devo dire? Non ne voglio sentir parlare!”
“Si, capitano, scusate capitano, il problema è Picchio!”
“Che gli dei mi portino da Morrighan all’istante se ci sto capendo qualcosa, portami da lei!”
“Picchio che diamine stai combinando?”
“S-ssi..muooooveeee capitanooo!!”
Una pergamena venne strappata dagli artigli della donna bestia e lentamente si poggiò tra le mani di un corpulento omaccione.
“Questa non me l’aspettavo, riesco a leggerla e vediamo un po’...NOSTROMO!! Fare rotta verso Esra!”

Linz

Messaggi : 135
Data d'iscrizione : 29.03.14
Età : 28

Foglio GDR
I miei personaggi: Aurora

Torna in alto Andare in basso

Dicerie "Incendio Bestiale" Empty Re: Dicerie "Incendio Bestiale"

Messaggio Da BikerNick il Gio Apr 18 2019, 11:31

Ventiseiesimo giorno del secondo mese, accampamento da battaglia attorno a Esra

Un clangore forte e due immense gabbie caddero a terra nel silenzio più profondo della notte.
“Billa! Bong! Tornate qui!”

Esra quartiere di Paar

“Hey Jon hai sentito? L’altra notte Denny mi ha detto che al porto ha attraccato una nave che non aveva mai visto, tutta nera e con le vele bianche ammainate!”
Jon sentendo questa frase si volta e scoppia in una sonora risata,
“Hahahahah chi credi che sia la Carcossa? Sei stupido quanto Denny..”
L’omaccione, sentendosi punto sul vivo, ribatte all’amico
“Beh! Potrebbe anche essere! Quante navi nere con le vele bianche conosci tu? E ti ricordo mio caro amico che sono due settimane che non si muove un filo d’aria e come credi ci sia arrivata fino a noi questa nave?”
“Ma allora sei proprio scemo, devo essere IO a ricordarti che esistono maghi che sanno dominare l’elemento aria e quindi possono incanalare un vento magico che gonfia le vele? La Carcossa è solo una leggenda per bambini capricciosi e pestiferi dove…”
“Sì sì la conosco anch’io la storia, se non fai il bravo arriva Barbagrigia a bordo della Carcossa e ti porta via per il resto dei tuoi giorni…”

In una casa mercantile di Hara

“Samir, ragazzo, vammi a prendere le fialette vuote sul retro..”
“Subito maestro..”
“Stavamo dicendo…ah, sì! La ragazza, ti ascolto..”
“Ti dicevo, dal mio viaggio a Ponte ho sentito che riesce a modificare il valore dei cristalli, pensa da bianchi a gialli!”
“Hahahaha…. impossibile! Se fosse vero sarebbe ricca sfondata e di certo non starebbe in quel buco di città buona solo per i cacciatori ed i pazzi..”
“Ecco maestro le vostre fial..”
Una frastuono assordante e un centinaio di fiale si ruppero al suolo.
“Samir! Ti ci dovrei mandare a te in quell’isola per vedere se ritorni quantomeno NORMALE!”

Poco lontano dall’Isola Furiosa, ultimi giorni del quarto mese.

Quattro uomini pronti con armi e bagagli osservavano il mare.
“Ma per entrare nelle accademie della Fortezza come si fa?”
“Ho sentito che ci sono atroci e severissime prove impossibili..”
“Stronzate, basta fare quello che ti dicono!”
“Sei proprio un’idiota! So che è impossibile capire cosa vogliono, devi solo darti da fare e sperare!”
“A chi hai dato dell’idiota?!”
La zuffa proseguì fino all’imbrunire.


Sala del pendolo, Centrale della Sequenza, Hara, primi giorni del quarto mese

“Architetto Cerenkov! È un po’ che non la vediamo alla Centrale, qual buon vento?”
“Vento nuovo proveniente dalle zone alte dell’atmosfera, coordinate 13° nord-nord-est, soffia a 9-10 nodi, dipende dalla altitudine, ovviamente.”
“...certo… intendevo..” - disse l'usciere della Centrale, sede maxima della Sequenza di Rhahr - “siete spesso in viaggio e oggi vi vedo qui presente, come mai?”
“Mi sembra chiaro, cristallino addirittura, come ben sapete l'epifisi prossimale del femore è caratterizzata dalla grossa testa del femore, a forma sferica per due terzi e rivestita quasi interamente da cartilagine articolare, tranne che nella fossetta, dove prende inserzione il legamento rotondo del femore...”
- L’usciere annuì con occhi sgranati -
“...ma al netto delle zone cartilaginee è la sua misura ad essere in proporzione matematica rispetto alla crescita in toto dell’organismo mammifero e perchè no, rettiliano addirittura. E qui mi ricollego e mi congiungo alle misteriose proporzioni delle creature che lo popolano. Perdonate l'ilarità della mia affermazione, ahahah!"
- rise così il malcapitato con un certo timore reverenziale -
"Ahahaha... certo... ma di che luogo parlate?"
"Ma di Ponte no? Per questo dicevo ri-col-le-go, con-giun-go..." - ribadì Cerenkov con un gesto della mano e un sorriso compiaciuto.
"Ceeeeerto, ora vi lascio alle vostre cose, non sia mai che vi sottragga del tempo prezioso Architetto..."
"Auguratemi buon viaggio ordunque, tornerò con qualche ossosferze ben bilanciate, mi auguro."
BikerNick
BikerNick

Messaggi : 476
Data d'iscrizione : 03.02.14

Foglio GDR
I miei personaggi: ----------

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum